Luminarie Natale - Centro Commerciale Naturale CE.NA.CO. Siracusa

09/12/2018
Vai ai contenuti

Luminarie Natale

NEWS > 2011

IL CENACO DI VIA TISIA ILLUMINATO A FESTA PER LE FESTE DI NATALE
VENEZIANO : “ANCHE QUEST'ANNO, CI SIAMO AUTOTASSATI”


(09/12/2011) Addobbi e luci. Nient’altro che questo per un Santo Natale che si prospetta il più austero degli austeri dell’ultimo lustro. Illuminare a festa vie e larghi esclusivamente per non restare nel buio più buio della crisi. Siamo nel cuore della zona commerciale a nord della città di Siracusa. Via Tisia e dintorni da più di una settimana ha acceso le sue luminarie anticipando persino il Comune che pensa anche quest’anno ad illuminare a festa soltanto Ortigia e le vie urbane di Corso Umberto, Corso Gelone che segnano per tradizione il passaggio della processione di Santa Lucia.
Del resto le casse comunali, come ha avuto di ribadire il sindaco Roberto Visentin negli ultimi due anni,  sono vuote e dunque l’amministrazione non riesce più a far fronte alle richieste dei cittadini e dei commercianti che operano nella zona alta della città. E così, per non restare senza le luci di Natale, i soci del Cenaco Acradina Grottasanta hanno fatto ricorso ai loro fondi. Autotassandosi
hanno rispettato la tradizione del Santo Natale addobbando le strade con le arcate di luce e illuminando la Fontana Di Largo Dicone, simbolo della loro esistenza e operosità dal 2003.
Ma purtroppo non tutti i commercianti hanno aderito all’iniziativa con sommo dispiacere del presidente del Cenaco,
Francesco Veneziano. Eppure, sono gli stessi commercianti alle prese con una crisi dei consumi sempre più acuta, gli stessi commercianti che non hanno soldi da investire nemmeno per una piccola intrapresa personale.
E così il Cenaco si prepara a vivere un Natale in tono minore ma pur sempre dignitoso, allestendo un cartellone di iniziative e momenti di animazione. Quest’anno la gente che sceglie di stare quotidianamente ai commercianti in crisi, a quella gente che ha deciso di spendere i propri risparmi nei negozi di vicinato per acquistare il marchio “siracusano”, rifuggendo dal pifferaio magico dei grossi ipermercati. Del resto, il clima mite aiuta ed incoraggia. Con questo bel sole primaverile come si fa a rinunciare ad una bella passeggiata per le vie dei negozi di via Tisia, scherzando e cantando con Babbo Natale e le sue Nataline che dispenseranno caramelle e dolciumi ai piccini? Come si fa a non intonare  i canti natalizi al seguito della street band per le vie del centro commerciale naturale? Un po’ di allegria per combattere la crisi, non guasta.  
Il Comune ha raschiato il fondo delle proprie casse, ha cercato di contribuire in qualche modo alle spese di organizzazione, sin qui nulla di ufficiale, ma qualcosa arriverà per alleviare le pesanti incombenze dei privati. Laddove maggiore c’è, il minore cessa: il Comune provvederà ad addobbare il “salotto buono” della città, piazza Duomo, con il gigantesco albero di Natale.
«Stiamo facendo quello che possiamo fare, ma non ci sarà nient’altro», fanno sapere da Palazzo Vermexio. Luci a Siracusa, ormai si sa, è una storia , un capitolo a parte. Nulla a che fare col Comune, sono fondi della Regione Siciliana gestiti dal deputato nazionale Fabio Granata, l’inventore della manifestazione che inaugura il suo quinto anno. Non si potrà intervenire nemmeno con i famosi dodicesimi, insomma è finito il periodo delle spese “futili” dirette ad incrementare l’”effimero”. Dice qualcuno. Quei pochi euro per rallegrare lo shopping festivo dei palermitani, sembrano ormai ricordi sbiaditi. Ma il Cenaco va avanti lo stesso e sfoggia il suo calendario delle feste di Natale. Molto probabilmente la seratona alla Cittadella dello Sport salterà per mancanza di liquidità. Ma non è ancora detto. L’occasione darà modo di sperimentare l’isola pedonale in via Tisia, una richiesta appena partita dal Cenaco ed indirizzata al comando dei Vigili Urbani. Si sta lavorando per “inventarsi” un parcheggio dell’ultima ora per meglio venire incontro alle esigenze degli automobilisti che sceglieranno di fare shopping nell’area Cenaco. L’idea, ma solo ancora una idea, sarebbe quella di chiedere una mano al preside dell’Istituto Magistrale, la gentile concessione del parcheggio del cortile che di pomeriggio e nei giorni festivi del Natale resterà inutilizzato. Si spera nella sensibilità del preside, essendo l’unica alternativa rimasta per risolvere l’atavico problema legato ai parcheggi zona via Tisia, elemento che scoraggia e da tempo l’incremento di visite nell’area commerciale naturale. Di questo esperimento un tempo se ne sarebbe fatto carico il consigliere provinciale Gianni Briante insieme a qualche componente del consiglio di quartiere Acradina. Una delegazione si sarebbe recata dal preside del Quintiliano per cercare una mediazione. Come andrà a finire?

Copyright © 2004/2018 - CE.NA.CO. Via Pitia, 23 - Siracusa - P.I. 01454060896 - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti